La SIREF (Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa) ogni anno organizza una Summer School per promuovere realmente un dialogo tra docenti universitari, dottorandi, ricercatori, insegnanti ed educatori. E’ sempre un’esperienza molto positiva e costruttiva. Vedi qui

Il prossimo appuntamento è fissato per il 13 e 14 settembre 2019 a Bologna dove presenterò un contributo (già approvato dalla commissione scientifica) dal titolo: La didattica per la plusdotazione: percezioni di insegnanti, dirigenti scolastici e genitori a confronto.

Parole chiave: plusdotazione- percezioni- scuola- didattica- gifted education

 Abstract

L’ipotesi di disarmonia metterebbe in evidenza, prevalentemente, le debolezze degli alunni con plusdotazione (Baudson e Preckel, 2013). Le percezioni degli insegnanti dimostrano quanto sia difficile includere un alunno con plusdotazione in classe, proprio per alcune sue peculiarità che amplierebbero la complessità nella gestione della classe (Brazzolotto, 2019).

Per capire come già avviene una didattica per la plusdotazione abbiamo riportato tre diversi punti di vista, intervistando: insegnanti, dirigenti scolastici e genitori. Se chi opera nella scuola sembra adottare delle strategie didattiche utili per supportare le difficoltà degli alunni con plusdotazione, i genitori, invece, tenderebbero a chiedere la valorizzazione delle potenzialità e dei talenti.